Totale
Uso
Caratteristiche
Suono
Fabbricazione

OTTIMA IDEA, MATERIALI POVERI

Questo prodotto si propone di consentire agli appassionati di ascoltare in santa pace (e senza disturbare gli altri) il proprio amato basso elettrico.

In sintesi si tratta di un paio di cuffie che, grazie all ampli incorporato, alimentato da due pile mini-stilo (incluse nella confezione), possono essere collegate direttamente alla presa Jack dello strumento; sono dotate anche di un ingresso AUX per collegare un lettore o smartphone e suonare sulle basi dei brani musicali preferiti; naturalmente si possono usare anche in modalità passiva, selezionando Off, per ascoltare qualunque sorgente sonora che abbia una presa Jack o miniJack per Headphone.

L idea in sé è ottima e permette di muoversi liberamente senza dover ricorrere all ampli tradizionale o a scatolette varie (che limiterebbero i movimenti); quello che lascia perplessi è che Vox, un nome di consolidata tradizione, presti il suo brand ad un oggetto che, dal punto di vista produttivo, espone il fianco a diverse critiche.

L archetto sembra abbastanza buono e sufficientemente robusto mentre i padiglioni sono criticabili: comodi, non discuto, ma i cuscinetti sono realizzati con un sottile materiale plastico che non dà l idea di essere duraturo e ruotano liberamente rispetto al padiglione; i coperchi esterni poi sono di una plastica veramente economica e di aspetto non consono al prezzo; considerate poi che uno dei due va periodicamente rimosso per sostituire le batterie: si poteva fare molto meglio.

Altrettanto precario appare il futuro del cavo che collega il padiglione al Jack: veramente troppo sottile! Non voglio credere che si tratti di un maldestro tentativo di risparmio (la differenza di prezzo sarebbe risibile), penso piuttosto che volessero evitare il fastidio di uno spesso cavo che gira intorno allo strumento ed hanno ecceduto in senso opposto; la lunghezza del cavetto invece, valutata negativamente da altri acquirenti, a me è parsa giusta: non dimentichiamoci che l uso principale dovrebbe essere in collegamento con il basso, non con lo stereo di casa, ed un cavo più lungo rischierebbe di penzolare ed impigliarsi in giro; per me così è giusto e se qualcuno sentisse la necessità di maggiore lunghezza potrebbe sempre ricorrere ad una prolunga.

Altra critica, che obiettivamente non si può evitare, è quella che devo muovere alle rotelline che regolano volume, tono, guadagno ed effetti: troppo piccole e poco in rilievo, impossibili per me da azionare senza dover togliere le cuffie dalla testa (cosa davvero frustrante).

Se si accettano questi difetti (invero non da poco) l?uso è piacevole; come ho già detto le cuffie sono comode anche per periodi abbastanza lunghi ed il cavo non intralcia.

Il suono con i miei bassi 4 corde (uno con doppio single coil attivo tipo Jazz e l?altro con uno split coil passivo) direi che è buono: nello specifico accettabile per il Mi (tenendo conto di come le frequenze più gravi tendano a mettere in crisi le cuffie in genere) e decisamente molto gradevole per le altre corde.

L amplificazione fa il suo dovere ed il suono che ne deriva va dal caldo e ovattato al brillante e ben presente (a seconda delle regolazioni del guadagno e degli effetti), davvero niente male (considerando i miei timori sorti dopo aver visto come era costruito il prodotto).

Tirando le somme:

Pro:

- Idea furba

- Comode da indossare

- Suono abbastanza buono (eccetto le frequenze più basse dove cala un pochino) anche se non è paragonabile a prodotti Hi-Fi.

Contro:

- Cavo di collegamento troppo sottile e delicato

- Potenziometri di regolazione quasi inutilizzabili con le cuffie indossate

- Materiali poveri (anche nell aspetto)

- Prezzo eccessivo; mi viene naturale confrontarle col mio penultimo acquisto in fatto di cuffie, delle ?Sennheiser HD598 SE? che ho comprato, in offerta, a meno di 100 euro da un famoso sito di e-commerce e che, per materiali, costruzione e qualità sonora, sono anni luce avanti rispetto a queste Vox.

Precedente